DIDATTICA A DISTANZA ALLA SCUOLA PRIMARIA SAN BIAGIO

GIORNALINO DELLA SCUOLA PRIMARIA DI SAN BIAGIO

Quest’anno scolastico, per noi insegnanti e bambini, era iniziato proprio con il progetto accoglienza che aveva come tema centrale, l’intreccio. Le nostre attività riguardavano la scoperta dell’importanza della relazione tra tutti noi. Tra i banchi di scuola abbiamo condiviso attività tra bambini più piccoli e grandi, dove ci si aiutava e ci si conosceva. E poi, improvvisamente, ci siamo trovati a dover rimanere tra le mura della nostra casa…… E allora, che fine farà il nostro progetto di accoglienza e solidarietà che tutti gli anni ci accompagnava fino alla fine dell’anno scolastico? Purtroppo la fine di quest’anno scolastico sarà diversa, ma grazie alla tecnologia, sarà comunque possibile creare qualcosa di bello. Il nostro giornalino, ne è una prova! Abbiamo condiviso le nostre attività e creato qualcosa di meraviglioso. Tutto questo è stato reso possibile dal fatto che nessuno si è arreso, ma tutti si sono messi in gioco cercando di dare il meglio di sé per sentirci comunque vicini ed appartenenti ad una bella comunità: la nostra scuola.

Buona lettura!

https://drive.google.com/file/d/1OqLnyCpNY2ThLDdpTNBLMLBmhUU_tRf7/view?usp=sharing

GIORNALINI DI CLASSE

Quest’anno è stato davvero strano! E’ iniziato come tutti gli altri: con il suono della campanella e l’ingresso in atrio; poi però a febbraio le cose sono cambiate e ci siamo ritrovati a far lezione a distanza, dalle nostre case! Abbiamo imparato molte cose nuove in questo periodo e di certo siamo diventati molto più abili con il computer (noi e anche le maestre), ma la scuola è un’altra cosa! E’ stare tutti insieme, aiutarsi, discutere e collaborare! Proprio per questo noi ragazzi delle classi 4^A, 4^B e 5^ di San Biagio ci siamo impegnati in un progetto comune, a cui ciascuno potesse contribuire! Sono così nati i nostri giornalini di classe: ogni giornale tratta un tema diverso e tutti ci abbiamo lavorato scrivendo articoli, poesie ricette e recensioni, disegnando e facendo foto, creando indovinelli e cruciverba! Grazie a questo lavoro e ad altri che abbiamo realizzato con le nostre maestre ci siamo sentiti più vicini e parte di quella casa un po’ particolare che è la scuola.

Buona lettura!

GIORNALINO 4A:

https://drive.google.com/file/d/1y1VTTuamZIzlDdPcDRa0ubnfMS-xBqnL/view?usp=sharing

GIORNALINO 4B:

https://drive.google.com/file/d/1ujNsfgk2z6bEwf8uJw6oYDW-HVniOpn-/view?usp=sharing

GIORNALINO 5^:

https://drive.google.com/file/d/1pIhVq1u5W1CdlnHl5mvHeBbTw-vGSaSX/view?usp=sharing

TESTO A STAFFETTA

Abbiamo iniziato a scrivere questo testo a staffetta il 29 marzo. Ho inviato ai ragazzi l’input iniziale e loro hanno continuato a scrivere, un pezzetto a testa, passandoselo tramite la piattaforma. Non ho dato alcuna indicazione quindi non sapevo cosa avrebbero scritto e di cosa avrebbero parlato. Solo alla fine, testi alla mano, ho capito che questo è stato il loro modo di dire cosa pensavano di quello che stava succedendo, esprimendo le loro paure e i loro sogni ma soprattutto il grande desiderio di trovare una soluzione e di riprendere una vita bella e felice insieme.

Alla fine abbiamo aggiunto disegni e audio e lo abbiamo trasformato in un video.

Non è un lavoro perfetto dal punto di vista tecnico ma è stato sicuramente una occasione significativa per tutti noi che ci siamo sentiti classe, uniti a condividere e realizzare un progetto comune, come facciamo sempre, anche in una situazione così difficile e strana.

Nonostante la distanza ci siamo sentiti vicini e un po’ meno soli.

Loredana Terrassan

https://www.youtube.com/watch?v=UeBMANrRwq0&t=100s

https://www.youtube.com/watch?v=0QkCNswr5-M

 

CORO VIRTUALE di SAN BIAGIO

Questo coro, è il risultato straordinario dell’impegno degli alunni della classe 4 A e della classe 5 di San Biagio di Teolo.

La distanza non ci ha impedito di realizzare quello che inizialmente avremmo voluto fare per la festa di fine anno scolastico: un coro. Lontani fisicamente dai proprio compagni ma uniti dalla musica, questi bambini di 9 e 10 anni hanno cantato questo brano di una difficoltà non indifferente, soli, nel silenzio della propria cameretta rispettando, per quanto possibile, le indicazioni della maestra. Se pur non perfetto, questo coro è stato realizzato davvero col cuore dei ragazzi….e della maestra.

Lasciatemelo dire, tutto è possibile se lo vogliamo DAVVERO!

La maestra Mafalda

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − cinque =